Resi & Rimborsi

(dall’art. 52 all’art. 59 Codice del Consumo)

Come si esercita il diritto di recesso?

SEZIONE I: IN COSA CONSISTE IL DIRITTO DI RECESSO?

Il diritto di recesso, detto comunemente “diritto al ripensamento”, è uno dei più importanti diritti attribuiti al consumatore dal Codice del consumo. La materia è disciplinata dal decreto legislativo n. 21/2014 che ha recepito la direttiva 2011/83/UE sui diritti dei consumatori. Il diritto di recesso consente al consumatore di cambiare idea sull’acquisto effettuato, liberandosi dal contratto concluso senza fornire alcuna motivazione. In tal caso, il consumatore potrà restituire il bene e ottenere il rimborso di quanto pagato.

SEZIONE II:QUANDO E’ PREVISTO?

Il diritto di recesso è previsto per i contratti conclusi a distanza o negoziati fuori dai locali commerciali tra un professionista e un consumatore. Vi sono però numerose eccezioni, elencate dall’articolo 59 del Codice del Consumo:

  1. i contrati di servizi dopo la completa prestazione del servizio se l’esecuzione è iniziata con l’accordo espresso del consumatore e con l’accettazione della perdita del diritto di recesso a seguito della piena esecuzione del contratto da parte del professionista;
  2. la fornitura di beni o servizi il cui prezzo è legato a fluttuazioni nel mercato finanziario che il professionista non è in grado di controllare e che possono verificarsi durante il periodo di recesso;
  3. la fornitura di beni confezionati su misura o chiaramente personalizzati;
  4. la fornitura di beni che rischiano di deteriorarsi o scadere rapidamente;
  5. la fornitura di beni sigillati che non si prestano ad essere restituiti per motivi igienici o connessi alla protezione della salute e sono stati aperti dopo la consegna;
  6. la fornitura di beni che, dopo la consegna, risultano, per loro natura, inscindibilmente mescolati con altri beni;
  7. la fornitura di bevande alcoliche, il cui prezzo sia stato concordato al momento della conclusione del contratto di vendita, la cui consegna possa avvenire solo dopo trenta giorni e il cui valore effettivo dipenda da fluttuazioni sul mercato che non possono essere controllate dal professionista;
  8. i contratti in cui il consumatore ha specificamente richiesto una visita da parte del professionista ai fini dell’effettuazione di lavori urgenti di riparazione o manutenzione. Se, in occasione di tale visita, il professionista fornisce servizi oltre a quelli specificamente richiesti dal consumatore o beni diversi dai pezzi di ricambio necessari per effettuare la manutenzione o le riparazioni, il diritto di recesso si applica a tali servizi o beni supplementari;
  9. la fornitura di registrazioni audio o video sigillate o di software informatici sigillati che sono stati aperti dopo la consegna;
  10. la fornitura di giornali, periodici e riviste ad eccezione dei contratti di abbonamento per la fornitura di tali pubblicazioni;
  11. i contratti conclusi in occasione di un’asta pubblica;
  12. la fornitura di alloggi per fini non residenziali, il trasporto di beni, i servizi di noleggio di autovetture, i servizi di catering o i servizi riguardanti le attività del tempo libero qualora il contratto preveda una data o un periodo di esecuzione specifici;
  13. la fornitura di contenuto digitale mediante un supporto non materiale se l’esecuzione è iniziata con l’accordo espresso del consumatore e con la sua accettazione del fatto che in tal caso avrebbe perso il diritto di recesso.

I professionisti sono tenuti a specificare espressamente l’esistenza del diritto o la sua inapplicabilità al caso specifico.

Ai sensi dell’articolo 47, comma 2, del Codice del Consumo, le disposizioni relative inter alia al diritto di recesso non si applicano ai contratti negoziati fuori dai locali commerciali in base ai quali il corrispettivo che il consumatore deve pagare è inferiore a 50 euro (cd. contratti di modesta entità). Tuttavia, l’esclusione non si applica nel caso di più contratti stipulati contestualmente tra le medesime parti, qualora l’entità del corrispettivo globale che il consumatore deve pagare, indipendentemente dall’importo dei singoli contratti, superi l’importo di 50 euro.

SEZIONE III:ENTRO QUANDO PUO’ ESSERE ESERCITATO?

Il diritto di recesso in ambito e-commerce può essere esercitato nel termine di 14 giorni che iniziano a decorrere:

  • nel caso di contratti di servizi, dal momento della conclusione del contratto;
  • nel caso di contratti di vendita, dal giorno in cui il consumatore o un terzo, diverso dal vettore e designato dal consumatore per ricevere il bene, acquisisce il possesso fisico dei beni o:
    • nel caso di beni multipli ordinati dal consumatore mediante un solo ordine e consegnati separatamente, dal giorno in cui il consumatore acquisisce il possesso fisico dell’ultimo bene;
    • nel caso di consegna di un bene costituito da lotti o pezzi multipli, dal giorno in cui il consumatore acquisisce il possesso fisico dell’ultimo lotto o pezzo;
    • nel caso di contratti per la consegna periodica di beni durante un determinato periodo di tempo, dal giorno in cui il consumatore acquisisce il possesso fisico del primo bene;
  • nel caso di contratti per la fornitura di acqua, gas o elettricità, quando non sono messi in vendita in un volume limitato o in quantità determinata, di teleriscaldamento o di contenuto digitale non fornito su un supporto materiale, dal giorno di conclusione del contratto.

Nel caso in cui il professionista non abbia adempiuto all’obbligo di informare il consumatore sull’esistenza del diritto di recesso (violazione dell’art. 49, comma 1, lett. h), il termine per il suo esercizio è esteso a dodici mesi, ulteriori rispetto ai 14 giorni iniziali.

Se il professionista fornisce al consumatore le informazioni sul diritto di recesso entro dodici mesi dalla conclusione del contratto, il periodo di recesso termina quattordici giorni dopo il giorno in cui il consumatore è stato informato.

SEZIONE IV:COME ESERCITARLO?

Prima della scadenza del periodo di recesso, il consumatore deve informare il professionista della sua decisione di esercitare il diritto di recesso dal contratto. A tal fine il consumatore può:

  • utilizzare un modulo tipo di recesso di cui all’allegato I, parte B, del codice del consumo link
  • oppure presentare una qualsiasi dichiarazione esplicita della sua decisione di recedere dal contratto.

La comunicazione della volontà di esercitare il diritto di recesso può essere effettuata mediante modalità tradizionali o mediante comunicazioni elettroniche. In particolare, il professionista può prevedere la compilazione elettronica del modulo per l’esercizio del diritto di recesso allegato al Codice del consumo o prevedere tale comunicazione mediante altre forme, come ad esempio tramite la compilazione di apposito form predisposto sul sito internet del professionista.

Il professionista è tenuto, al ricevimento della comunicazione, a confermare senza indugio l’avvenuta ricezione, fornendo al consumatore la conferma del ricevimento della comunicazione su un supporto durevole.

L’onere della prova relativa all’esercizio del diritto di recesso conformemente alle norme del Codice del Consumo incombe sul consumatore.

SEZIONE V:GLI EFFETTI DEL RECESSO

L’esercizio del diritto di recesso libera le parti dagli obblighi contrattuali assunti. Ne discende che:

  • il consumatore è tenuto alla restituzione dei beni entro 14 giorni dalla data in cui ha comunicato al professionista la sua decisione di esercitare il diritto di ripensamento. Il termine è rispettato se il consumatore rispedisce i beni prima della scadenza suddetta. Il consumatore sostiene solo il costo diretto della restituzione dei beni, purché il professionista non abbia concordato di sostenerlo o abbia omesso di informare il consumatore che tale costo è a carico del consumatore.
  • il professionista è tenuto a rimborsare tutti i pagamenti ricevuti dal consumatore, eventualmente comprensivi delle spese di consegna, senza indebito ritardo e comunque entro 14 giorni dal momento in cui è informato della decisione del consumatore di recedere dal contratto. Il professionista esegue il rimborso utilizzando lo stesso mezzo di pagamento usato dal consumatore per la transazione iniziale, salvo che il consumatore non abbia convenuto altrimenti e a condizione che questi non debba sostenere alcun costo quale conseguenza del rimborso. Il professionista non è tenuto a rimborsare i costi supplementari, qualora il consumatore abbia scelto espressamente un tipo di consegna diversa dal tipo meno costoso di consegna offerto dal professionista. Salvo che il professionista abbia offerto di ritirare egli stesso i beni, questo può trattenere il rimborso finché non abbia ricevuto i beni oppure finché il consumatore non abbia dimostrato di aver rispedito i beni.

Nel caso di contratti negoziati fuori dei locali commerciali in cui i beni sono stati consegnati al domicilio del consumatore al momento della conclusione del contratto, il professionista ritira i beni a sue spese qualora i beni, per loro natura, non possano essere normalmente restituiti a mezzo posta.

È nulla qualsiasi clausola che preveda limitazioni al rimborso nei confronti del consumatore delle somme versate in conseguenza dell’esercizio del diritto di recesso.

Il consumatore è responsabile unicamente della diminuzione di valore dei beni risultante da una manipolazione dei beni diversa da quella necessaria per stabilire la natura, le caratteristiche e il funzionamento dei beni. Il consumatore non è in alcun caso responsabile per la diminuzione del valore dei beni se il professionista ha omesso di informare il consumatore del suo diritto di recesso.

Il consumatore non sostiene alcun costo per la prestazione di servizi o la fornitura di acqua, gas o elettricità durante il periodo di recesso laddove:

  • il professionista ha omesso di fornire informazioni circa il diritto di recesso; oppure
  • il consumatore non ha espressamente chiesto che la prestazione iniziasse durante il periodo di recesso.

Il consumatore non sostiene alcun costo per la fornitura del contenuto digitale laddove:

  • il consumatore non ha dato il suo previo consenso espresso circa l’inizio della prestazione prima della fine del periodo di quattordici giorni; oppure
  • il professionista ha omesso di fornire la conferma del contratto.

SEZIONE VI:IL DIRITTO DI RECESSO NELL’AMBITO DI CONTRATTI DI MODESTA ENTITA’

Le norme nazionali in materia di diritto di recesso NON si applicano ai contratti di modesta entità negoziati fuori dei locali commerciali (articolo 47, comma 2, Codice del consumo). Ai fini della qualificazione di un “contratto di modesta entità”, il limite previsto dalla legislazione nazionale è pari a 50 euro, conformemente a quanto stabilito dalla normativa UE.

SEZIONE VII: IL DIRITTO DI RECESSO NELL’AMBITO DI CONTRATTI CONCLUSI TELEFONICAMENTE

In generale, l’accordo che scaturisce dalla proposta telefonica avanzata dal professionista nei confronti del consumatore non si perfeziona allorquando il professionista non ponga in essere ulteriori adempimenti funzionali ad una scelta di acquisto consapevole del consumatore. In particolare, ai sensi dell’articolo 51 comma 6 del Codice del Consumo, quando un contratto a distanza è concluso per telefono, il professionista è tenuto a confermare l’offerta al consumatore tramite invio della conferma della proposta contrattuale per iscritto o su un supporto durevole. Tale conferma deve comprendere tutte le informazioni precontrattuali sancite dall’art. 51 comma 7 del Codice del Consumo e deve essere inviata dal professionista prima dell’inizio della fornitura del servizio e in ogni caso prima della consegna del bene o del servizio oggetto del contratto. Pertanto il consumatore è vincolato solo dopo aver firmato l’offerta o dopo averla accettata per iscritto. In tali casi il documento informatico può essere sottoscritto con firma elettronica e, se il consumatore acconsente, la conferma può essere effettuata anche su un supporto durevole. Ad ogni modo, l’accettazione telefonica del contratto, anche se registrata, deve essere sempre accompagnata dall’invio delle condizioni dell’offerta per iscritto o su supporto durevole, pena la “non vincolatività” del contratto per il consumatore.

SEZIONE VIII: IL DIRITTO DI RECESSO E GLI EVENTUALI OBBLIGHI DI PAGAMENTO IN CAPO AL CONSUMATORE

Il professionista può richiedere il pagamento durante il periodo di recesso di 14 giorni a condizione che il consumatore abbia presentato un’esplicita richiesta di ricevere la prestazione oggetto del contratto prima di esercitare il diritto di recesso. Ai sensi dell’art. 57, comma 3, se il consumatore ha presentato una richiesta di attivazione della fornitura, prestazione del servizio o consegna del bene durante il periodo di recesso, egli è responsabile del pagamento al professionista di un importo proporzionale a quanto è stato fornito fino al momento in cui il consumatore ha informato il professionista dell’esercizio del diritto di recesso, rispetto a tutte le prestazioni previste dal contratto. L’importo proporzionale che il consumatore deve pagare al professionista è calcolato sulla base del prezzo totale concordato nel contratto. Se detto prezzo totale è eccessivo, l’importo proporzionale è calcolato sulla base del valore di mercato di quanto è stato fornito.

COSA COMUNICARE
– il numero d’ordine a cui il reso fa riferimento;
– il codice del/dei prodotto/prodotti che si intende restituire;
– i dati dell’acquirente (nome e cognome, email).

Imballa la merce con cura e inviala entro 14 giorni all’indirizzo del nostro magazzino:

EASYBUY181

VIA FRATELLI CERVI 16

10042 NICHELINO TO

ITALY 

Quanto tempo ho per effettuare un reso?

Dal momento in cui hai ricevuto l’ordine, hai 14 giorni di tempo per prendere contatto con il nostro customer care (via mail scrivendo a [email protected] per comunicare la decisione di restituire la merce e quindi restituire uno o più prodotti seguendo le istruzioni che ti verranno date.
Una volta che avremo ricevuto il tuo pacco e avremo verificato l’idoneità al reso, emetteremo il rimborso entro 15 giorni con lo stesso metodo di pagamento che tu hai utilizzato nell’ordine: carta di credito, PayPal oppure con bonifico bancario in caso di pagamento in contrassegno.

Chi paga la spedizione di restituzione?

Le spese per la restituzione a seguito di esercizio del diritto di recesso sono a carico del cliente.  Puoi utilizzare una spedizione lenta ed economica ma, per tua tranquillità, ti consigliamo di scegliere un servizio che ti fornisca almeno il numero di tracciamento.

Spese di reso gratuite con PayPal!

  1. Attiva il servizio PayPal di reso rimborsato PRIMA di effettuare un acquisto sullo store PREZZOTOP.IT
  2. Acquista pagando con PayPal.
  3. Se cambi idea e vuoi rendere il prodotto, PayPal ti rimborsa le spese di spedizione del reso in poche semplici mosse!

E’ un servizio gratuito offerto da PayPal:
https://www.paypal.com/it/webapps/mpp/refunded-returns

L’Utente può ricevere fino a 12 rimborsi per persona. È consentito un solo rimborso per ogni Codice transazione PayPal.

Di chi è la responsabilità della spedizione di restituzione?

La responsabilità della spedizione di reso è sempre del cliente: tienine conto quando scegli il servizio di spedizione per il tuo reso. Un servizio con pacco tracciato ti farà probabilmente sentire più tranquillo.

RESI E RIMBORSI

E’ possibile rendere un articolo entro 30 giorni dalla data di ricezione del prodotto e ricevere il rimborso entro 14 giorni dalla restituzione. Per avviare la procedura di reso è sufficiente contattarci via email o whatsapp.

Entro quanto riceverò il mio rimborso?

Una volta che avremo ricevuto il tuo pacco e avremo verificato l’idoneità del reso, procederemo al rimborso entro 14 giorni con lo stesso metodo di pagamento che tu hai utilizzato per l’acquisto: 

– Acquisto tramite carta di credito: il tempo necessario per visualizzare il rimborso sul tuo conto dipende dall’istituto che ha emesso la carta.
– Acquisto tramite PayPal: il rimborso verrà effettuato sul tuo conto PayPal e sarà immediatamente visibile. Il rimborso effettivo sulla carta di credito dal tuo conto PayPal dipende dall’istituto che ha emesso la carta.

Controlla dunque lo stato del rimborso accedendo al tuo conto di carta di credito, al conto PayPal oppure al tuo conto corrente bancario.

Ti consigliamo dunque di attendere almeno 20 giorni, se vuoi chiedere una verifica al nostro servizio di assistenza clienti.

L’importo del rimborso che ho ricevuto è diverso da quello che mi sarei aspettato: perché?

Se il tuo acquisto comprendeva uno sconto sull’intero carrello (ad esempio uno coupon sconto di 10€), lo sconto viene ripartito proporzionalmente sugli articoli che lo componevano, e il rimborso per un reso parziale sarà pari alla somma applicabile alla parte dell’ordine restituita. 

Cosa è incluso o escluso dal rimborso?

In caso di restituzione dei prodotti a seguito di esercizio del diritto di recesso, EASYBUY181 provvederà a rimborsare i pagamenti ricevuti dal consumatore per i prodotti resi in condizioni idonee.

Gli eventuali dazi/tasse doganali sono sempre a carico del Cliente.

Il rimborso del corrispettivo di acquisto sarà totale soltanto in caso di reso effettuato dal cliente a causa di merce ricevuta difettosa o danneggiata, o in caso di smarrimento.

Non si effettuano rimborsi per prodotti personalizzati su richiesta espressa del cliente.

Prodotto difettoso – garanzia legale di conformità

I prodotti acquistati dal consumatore sono coperti da garanzia legale di conformità, il che significa che EASYBUY181 risponde per eventuali difetti di conformità che si manifestano entro 2 anni dalla consegna dei prodotti. Per maggiori informazioni consulta i nostri termini e condizioni generali di vendita.

Enghlish Version

Returns & Refunds
(art. 52 to art. 59 Consumer Code)

How is the right of withdrawal exercised?
SECTION I: WHAT DOES THE RIGHT OF WITHDRAWAL CONSIST OF?

The right of withdrawal, commonly referred to as the “right of second thought,” is one of the most important rights given to consumers by the Consumer Code. It is regulated by Legislative Decree No. 21/2014, which transposed Directive 2011/83/EU on consumer rights. The right of withdrawal allows the consumer to change his mind about the purchase made, freeing himself from the concluded contract without giving any reasons. In this case, the consumer may return the goods and obtain a refund of the amount paid.

SECTION II:WHEN IS IT PROVIDED FOR?

The right of withdrawal is provided for contracts concluded at a distance or negotiated away from business premises between a professional and a consumer. However, there are numerous exceptions, listed in Article 59 of the Consumer Code:

service contracts after full performance of the service if performance has begun with the consumer’s express agreement and acceptance of the loss of the right of withdrawal following full performance of the contract by the professional;
the supply of goods or services whose price is linked to fluctuations in the financial market that the trader is unable to control and that may occur during the withdrawal period;
the supply of custom-made or clearly customized goods;
the supply of goods that are likely to deteriorate or expire rapidly;
the supply of sealed goods that are not suitable for return for hygienic or health protection-related reasons and have been opened after delivery;
the supply of goods which, after delivery, are, by their nature, inseparably mixed with other goods;
the supply of alcoholic beverages, the price of which has been agreed upon at the time of the conclusion of the sales contract, the delivery of which can take place only after thirty days and the actual value of which depends on fluctuations in the market that cannot be controlled by the trader;
contracts in which the consumer has specifically requested a visit by the professional for the purpose of carrying out urgent repair or maintenance work. If, on the occasion of such a visit, the trader provides services in addition to those specifically requested by the consumer or goods other than spare parts necessary to carry out the maintenance or repairs, the right of withdrawal applies to such additional services or goods;
the supply of sealed audio or video recordings or sealed computer software that have been opened after delivery;
the supply of newspapers, periodicals and magazines with the exception of subscription contracts for the supply of such publications;
contracts concluded in connection with a public auction;
the provision of housing for non-residential purposes, transportation of goods, car rental services, catering services or services concerning leisure activities if the contract provides for a specific date or period of performance;
the supply of digital content by means of a non-material medium if performance has begun with the consumer’s express agreement and his acceptance that he would then lose his right of withdrawal.
Traders are required to expressly specify the existence of the right or its inapplicability to the specific case.

According to Article 47(2) of the Consumer Code, the provisions relating inter alia to the right of withdrawal do not apply to off-premises contracts under which the consideration to be paid by the consumer is less than 50 euros (so-called small contracts). However, the exclusion does not apply in the case of several contracts concluded at the same time between the same parties, if the amount of the overall consideration to be paid by the consumer, regardless of the amount of the individual contracts, exceeds the amount of 50 euros.

SECTION III:BY WHEN CAN IT BE EXERCISED?

The right of withdrawal in e-commerce can be exercised within the period of 14 days that begin to run:

in the case of service contracts, from the moment the contract is concluded;
in the case of sales contracts, from the day on which the consumer or a third party, other than the carrier and designated by the consumer to receive the goods, acquires physical possession of the goods or:
in the case of multiple goods ordered by the consumer through a single order and delivered separately, from the day on which the consumer acquires physical possession of the last good;
in the case of delivery of a good consisting of multiple lots or pieces, from the day on which the consumer acquires physical possession of the last lot or piece;
in the case of contracts for the periodic delivery of goods during a specified period of time, from the day on which the consumer acquires physical possession of the first good;
in the case of contracts for the supply of water, gas or electricity, when they are not offered for sale in a limited volume or set quantity, district heating or digital content not supplied on a tangible medium, from the day the contract is concluded.
In the event that the trader has not fulfilled the obligation to inform the consumer about the existence of the right of withdrawal (violation of Article 49, paragraph 1(h)), the period for its exercise is extended to twelve months, additional to the initial 14 days.

If the trader provides the consumer with information on the right of withdrawal within twelve months of the conclusion of the contract, the withdrawal period ends fourteen days after the day on which the consumer was informed.

SECTION IV:HOW TO EXERCISE IT?

Before the expiration of the withdrawal period, the consumer must inform the trader of his or her decision to exercise the right to withdraw from the contract. To this end, the consumer may:

use a standard withdrawal form set out in Annex I, Part B of the Consumer Code link
or submit any explicit statement of his or her decision to withdraw from the contract.
The communication of the will to exercise the right of withdrawal may be made by traditional means or by electronic communications. In particular, the professional may provide for the electronic completion of the form for the exercise of the right of withdrawal attached to the Consumer Code or provide for such communication through other forms, such as through the completion of special form prepared on the professional’s website.

The trader is required, upon receipt of the communication, to acknowledge receipt without delay by providing the consumer with confirmation of receipt of the communication on a durable medium.

The burden of proof regarding the exercise of the right of withdrawal in accordance with the rules of the Consumer Code shall be on the consumer.

SECTION V:THE EFFECTS OF WITHDRAWAL

The exercise of the right of withdrawal releases the parties from their contractual obligations. It follows that:

the consumer is required to return the goods within 14 days from the date on which he communicated to the trader his decision to exercise the right of withdrawal. The deadline is met if the consumer returns the goods before the aforementioned deadline. The consumer bears only the direct cost of returning the goods, provided that the trader has not agreed to bear it or has failed to inform the consumer that this cost is borne by the consumer.
the trader is obliged to refund all payments received from the consumer, which may include delivery costs, without undue delay and in any case within 14 days of being informed of the consumer’s decision to withdraw from the contract. The trader shall make the refund using the same means of payment used by the consumer for the initial transaction, unless the consumer has agreed otherwise and provided that the consumer does not incur any costs as a consequence of the refund. The trader is not required to reimburse additional costs if the consumer has expressly chosen a type of delivery other than the least expensive type of delivery offered by the trader. Unless the trader has offered to pick up the goods himself, the trader may withhold the refund until he has received the goods or until the consumer has proved that he has returned the goods.
In the case of off-premises contracts where the goods have been delivered to the consumer’s home at the time of the conclusion of the contract, the trader shall collect the goods at his own expense if the goods, by their nature, cannot normally be returned by mail.

Any clause providing for limitations on the refund to the consumer of sums paid as a result of the exercise of the right of withdrawal shall be null and void.

The consumer shall be liable only for the diminution in value of the goods resulting from the handling of the goods other than what is necessary to establish the nature, characteristics and functioning of the goods. The consumer is in no case liable for the diminution in the value of the goods if the trader has failed to inform the consumer of his right of withdrawal.

The consumer shall bear no cost for the provision of services or the supply of water, gas or electricity during the withdrawal period where:

the trader has failed to provide information about the right of withdrawal; or
the consumer did not expressly request that the performance begin during the withdrawal period.
The consumer bears no cost for the provision of the digital content where:

the consumer has not given prior express consent about the commencement of the performance before the end of the fourteen-day period; or
the trader has failed to provide confirmation of the contract.
SECTION VI:THE RIGHT OF WITHDRAWAL UNDER SMALL CONTRACTS

The national rules on the right of withdrawal do NOT apply to small contracts negotiated away from business premises (Article 47(2), Consumer Code). For the purposes of qualifying a “small contract,” the limit under national law is 50 euros, in accordance with EU regulations.

SECTION VII: THE RIGHT OF WITHDRAWAL IN THE CONTEXT OF CONTRACTS CONCLUDED BY TELEPHONE

In general, the agreement resulting from the telephone proposal made by the trader to the consumer is not perfected when the trader does not put in place further functional requirements for an informed choice of purchase by the consumer. In particular, under Article 51 paragraph 6 of the Consumer Code, when a distance contract is concluded by telephone, the trader is required to confirm the offer to the consumer by sending confirmation of the contract proposal in writing or on a durable medium. This confirmation must include all the pre-contractual information enshrined in Article 51 paragraph 7 of the Consumer Code and must be sent by the trader before the commencement of the provision of the service and in any case before the delivery of the contracted good or service. Therefore, the consumer is bound only after signing the offer or after accepting it in writing. In such cases, the computer document may be signed with an electronic signature and, if the consumer consents, the confirmation may also be made on a durable medium. In any case, telephone acceptance of the contract, even if recorded, must always be accompanied by sending the conditions of the offer in writing or on a durable medium, otherwise the contract will be “non-binding” for the consumer.

SECTION VIII: THE RIGHT OF WITHDRAWAL AND ANY PAYMENT OBLIGATIONS ON THE CONSUMER

The trader may require payment during the 14-day withdrawal period provided that the consumer has made an express request to receive the contracted service before exercising the right of withdrawal. Pursuant to Article 57(3), if the consumer has made a request for the activation of the supply, performance of the service, or delivery of the good during the withdrawal period, the consumer is liable for payment to the trader of an amount proportional to what has been provided up to the time the consumer informed the trader of the exercise of the right of withdrawal, with respect to all the services under the contract. The proportional amount to be paid by the consumer to the professional is calculated on the basis of the total price agreed in the contract. If said total price is excessive, the proportional amount shall be calculated on the basis of the market value of what was provided.

WHAT TO NOTIFY

  • the order number to which the return refers;
  • the code of the product(s) you intend to return;
  • the buyer’s information (first and last name, email).

Pack the goods carefully and send them within 14 days to our warehouse address:

EASYBUY181

VIA FRATELLI CERVI 16

10042 NICHELINO TO

ITALY

How long do I have to make a return?
From the moment you received your order, you have 14 days to make contact with our customer care (via email by writing to [email protected] to communicate your decision to return the merchandise and then return one or more products following the instructions you will be given.
Once we receive your package and verify the eligibility for return, we will issue the refund within 15 days using the same payment method you used in the order: credit card, PayPal or by bank transfer in case of cash on delivery payment.

Who pays for return shipping?
You are responsible for the cost of return shipping following the exercise of the right of withdrawal. You can use slow, inexpensive shipping, but for your peace of mind, we recommend choosing a service that provides at least a tracking number.

Free return fees with PayPal!
Activate PayPal’s refunded return service BEFORE you make a purchase on the PREZZOTOP.IT store.
Buy by paying with PayPal.
If you change your mind and want to return the product, PayPal refunds your return shipping costs in a few simple steps!
This is a free service offered by PayPal:
https://www.paypal.com/it/webapps/mpp/refunded-returns

User can receive up to 12 refunds per person. Only one refund is allowed per PayPal Transaction Code.

Whose responsibility is return shipping?
Return shipping is always the responsibility of the customer: take this into account when choosing the shipping service for your return. A service with a tracked parcel will probably make you feel more comfortable.

RETURNS AND REFUNDS
It is possible to return an item within 30 days of receiving the product and receive a refund within 14 days of return. To initiate the return process, simply contact us via email or whatsapp.

How soon will I receive my refund?
Once we receive your package and verify the eligibility of the return, we will process the refund within 14 days using the same payment method you used for the purchase:

  • Credit card purchase: the time it takes for the refund to appear on your account depends on the institution that issued the card.
  • Purchase via PayPal: the refund will be made to your PayPal account and will be visible immediately. The actual refund on the credit card from your PayPal account depends on the institution that issued the card.

So check the status of your refund by accessing your credit card account, PayPal account, or bank account.

We therefore recommend that you wait at least 20 days if you want to request verification from our customer service department.

The refund amount I received is different from what I would have expected: why?
If your purchase included a discount on the entire cart (e.g., a €10 discount coupon), the discount is prorated across the items that made up the cart, and the refund for a partial return will be equal to the amount applicable to the portion of the order returned.

What is included or excluded from the refund?
If products are returned as a result of exercising the right of withdrawal, EASYBUY181 will refund payments received from the consumer for products returned in eligible condition.

Any customs duties/taxes are always borne by the Customer.

Refund of the purchase amount will be full only in the event of a return made by the customer due to goods received defective or damaged, or in case of loss.

No refunds will be made for customized products at the express request of the customer.

Defective product – legal guarantee of conformity
Products purchased by the consumer are covered by a legal warranty of conformity, which means that EASYBUY181 is liable for any defects in conformity that occur within 2 years after delivery of the products. See our general terms and conditions for more information.